Vai al contenuto
Dungeon e Draghi » News » Rinvio Festa dell’Unicorno

Rinvio Festa dell’Unicorno

    Rinvio Festa dell'Unicorno

    Vi avevamo annunciato che stavamo collaborando alla realizzazione di Unicorni & Dadi Outdoor, lo spazio GDR ufficiale della Festa dell’Unicorno. Purtroppo, a causa dell’emergenza sanitaria, è stato deciso il rinvio della Festa dell’Unicorno al prossimo anno.

    Abbiamo raccolto molte adesioni di contributi da varie realtà del settore ma attendavamo di capire se la fiera si sarebbe svolta, prima di ulteriori comunicazioni.

    Vi diamo quindi appuntamento al 29, 30 e 31 luglio 2022.

    Comunicato rinvio Festa dell’Unicorno

    “Non avremmo mai voluto trovarci a scrivere questo post, ma siamo costretti a comunicarvi il rinvio della Festa dell’Unicorno al 2022.

    Sapevamo fin dall’inizio che sarebbe stato difficile mettere in piedi un evento come il nostro durante una pandemia con tutte le restrizioni previste per le manifestazioni.

    Quando abbiamo preso la decisione di rimettere in moto la macchina organizzativa, pensavamo di vedere la luce in fondo al tunnel: i contagi erano in calo e i protocolli di sicurezza in vigore permettevano di adattare il nostro evento alle richieste che ci venivano fatte.

    Una rivoluzione per noi: l’evento impostato come mostra mercato per l’area “fiera” e due aree per gli spettacoli con ingressi contingentati per l’area “festival, una importante riduzione della capienza e tantissimi accorgimenti per controllare, sanificare e garantire la sicurezza dei visitatori e dei residenti.

    Mesi di lavoro per rendere tutto sicuro e realizzabile. Per riprendere quel sogno interrotto bruscamente un anno e mezzo fa.

    Artisti, ospiti, associazioni, espositori, il mondo della Festa dell’Unicorno aveva ripreso vita per regalare un altro grande spettacolo, fatto di passione, lavoro e sudore.

    Tutto questo fino a ieri, quando complice un contesto epidemiologico in netto peggioramento e nuove regole da applicare in base all’ultimo decreto hanno fatto sì che fossero spazzati via mesi di lavoro.

    In situazioni come questa verrebbe la voglia di buttare il cappello per aria, rinunciare a tutto e dire “Signori, ci abbiamo provato, ma è andata così, la Festa dell’Unicorno resterà solo un bel ricordo degli anni passati a Vinci”

    Ma non vogliamo farlo. Non possiamo farlo.

    Ci sentiamo sulle spalle la responsabilità di far parte di un settore che negli ultimi anni ha subito enormi disagi per quello che stiamo vivendo. Artisti, fiere, festival, espositori, commercianti, professionisti, aziende di servizi.

    Per questo è fondamentale rialzarsi ancora una volta e ripartire subito con le nuove date, evitando di gettare tutto il lavoro fatto fino ad adesso.

    Da parte nostra metteremo tutta la determinazione e l’impegno per ricostruire quel sogno che ci manca da troppo tempo.”